Stelline e giudizi: come li usate?

Buongiorno amici lettori, sono alcuni giorni che ci penso e finalmente ho deciso di proporvi questo argomento. Cosa ne pensate delle stelline e dei giudizi di Amazon
Prima di scegliere un libro che sembra accattivante, cerco di leggerle le recensioni: con le stelline si può sbagliare, con le parole un po’ meno. Scarto accuratamente tutte quelle recensioni fatte di un paio di righe tipo Wow! Libro fantastico! È imperdibile!” Mi concentro sulle recensioni più “corpose”, positive e negative che siano, poiché più ricche d’informazioni. Aggiungo che, per quanto riguarda gli ebook, esiste la possibilità di scaricare un estratto gratuito prima dell’acquisto. Questo permette al lettore di farsi un’idea personale, da confrontare eventualmente con le recensioni presenti sul prodotto. Mi è capito perfino di leggere ottime recensioni accompagnate però da 1 o 2 stelline.

stellineamazonA parte il non capire come si possa definire “ottimo” un libro e metterci una stellina sola… Qual è lo scopo? Con l’avvento dell’auto pubblicazione e lo sviluppo dell’editoria digitale però, bisogna guardarsi bene da alcuni giudizi. Spesso si recensisce con cattiveria, cercando solo di affossare l’autore/autrice di turno. Quindi sì ai giudizi educati e alle critiche costruttive dalle quali l’autore può trarne vantaggio, no a quelle recensioni senza né capo né coda in cui si sta solo ad attaccare. Non ti è piaciuto un libro? Credo sia giusto spiegare il perché. Dietro ogni romanzo c’è tanto lavoro e sudore e credo, sia compito dei lettori motivare il proprio giudizio. Abbiamo ricevuto tutti delle critiche “negative” e devo dirvi che da alcune ho davvero imparato qualcosa: sono state fonte di crescita.
Voi cosa ne pensate?

Precedente L'esordio di Deborah Wright: non lasciarmi cadere Successivo I'm safe with your love di Tiziana Iaccarino