Antonella Maggio

 

Questa sera ho il piacere di presentarvi nel mio blog un’autrice made in Italy davvero brava “Antonella Maggio”. Ho letto tutti i suoi romanzi e devo dire che non mi ha mai delusa. Le ho fatto qualche domanda per farvela conoscere meglio.

12788840_10209112945770805_686576581_o

 

Biografia

Antonella Maggio, nata nel 1988 a Modugno (Puglia), è diplomata come ragioniera turistica. Adora leggere, viaggiare e cucinare. Ha vinto diversi concorsi letterari e pubblicato con Butterfly Edizioni i seguenti romanzi: “Profumo d’amore a New York”, “Manchi solo tu” , “Questo nostro dolce Natale” e “Sfida d’amore a San Valentino”. I libri pubblicati con la Butterfly Edizioni sono diventati in poco tempo dei bestseller, arrivando a vendere oltre 20000 copie in pochi mesi. Con il self-publishing ha pubblicato: “Un’estate a Rimini per innamorarsi” e “Un weekend per quattro” scritto in collaborazione con un’altra autrice.

 

  • Spiegaci in poche parole chi sei, cosa ami fare e qual è il ruolo della scrittura nella tua vita?

Ciao Giusy, grazie per avermi ospitata nel tuo piccolo regno letterario. Chi sono? Antonella è una persona che ama fare tante cose, a cui piace migliorarsi e che sta imparando ad affrontare tutte le sfide senza temerle. La scrittura al momento occupa la maggior parte del mio tempo e ne sono felice.

  • Qual è stato il percorso che ti ha permesso di pubblicare il tuo libro?

Ho iniziato con l’auto pubblicazione ma non sono stata per niente brava a vendere la mia storia. Non basta scrivere un ipotetico libro e avere una bella copertina per pubblicare magari su Amazon e raggiungere i lettori. Difatti è grazie a Butterfly Edizioni se oggi posso vantare la mia piccola esperienza in campo. 

  • Quali sono le difficoltà più grandi che hai incontrato (e che stai incontrando) nella promozione del tuo libro?

Ritengo che la promozione sia la parte peggiore della vita di un libro. Bisogna essere sfacciati al punto giusto, catturare l’attenzione dei lettori senza esagerare e infastidire con lo spam, interagire con i lettori e con i colleghi scrittori, sostenersi, affidarsi ai Blog seri ma non è semplice perché il mondo dell’editoria è un oceano e dentro vi nuotano tanti pesci. Alle volte diventa quasi una gara a discapito dell’amore per i libri.

  • Quanto è importante secondo te la promozione per il successo di un libro?

La promozione è importantissima per il successo di un libro, soprattutto ai primi tempi e all’uscita di quest’ultimo. Poi, di solito il libro va da sé.

  • CE o self? Quali sono i pro? E i contro?

Ho provato entrambi e continuo con entrambi i metodi anche se devo ammettere che prediligo le case editrici. Ognuno dovrebbe fare il proprio lavoro e quando si lavora bene e con coscienza, si instaura un ottimo lavoro tra editore e autore. I pro e i contro sono gli stessi per entrambi. Spesso si pensa che chi pubblica con Ce parte avvantaggiato, che ha le spalle più coperte e invece non è così. Bisogna sempre lottare (in senso buono)  e farsi in quattro per emergere.

  • Parlaci del tuo libro (se più di uno dei tuo libri) e convincici a leggerlo.

ncProfumo d’amore a New York è un libro di rinascita, dedicato a tutte le donne e alle sognatrici.

Un’estate a Rimini per innamorarsi è una storia fresca, divertente e romantica che si svolge tra piatti, padelle e le spiagge della Riviera Romagnola.

Manchi solo tu è una storia di speranza e di amicizia, la realizzazione di un sogno, il desiderio di maternità che accomuna quasi tutte le donne.

Questo nostro dolce Natale è un po’ la storia della mia vita, la storia che porterò per sempre nel cuore.

Un weekend per quattro è una commedia romantica dai tratti folli, per chi sa ridere di sé e non ha preconcetti.

Sfida d’amore a San Valentino è un romanzo dedicato agli innamorati, a chi ama l’amore e un pizzico di piccante.

  • Rilascia un estratto della tua opera

Ti lascio un piccolo estratto di Sfida d’amore a San Valentino.

«Ti fa male?» gli domandai mentre con dita timide toccai quel ricordo indelebile che come un marchio era stato inciso sulla pelle.
«Non più» rispose e nei suoi occhi vi lessi il consenso per osare. Chinai appena il volto e le mie labbra dapprima soffiarono su quel punto e poi vi impressero un bacio, dolce e lento. Ethan emise un piccolo gemito di piacere che io confusi nonostante mi avesse appena detto di non provare dolore e in fretta mi scostai, lui mi afferrò il viso con entrambe le mani e cominciò a parlare guardandomi dritto negli occhi. «Quel colpo mi ha solo danneggiato un po’ i nervi del braccio e della mano, ma nulla potrà per impedirmi di fare questo».
Mi afferrò tra le braccia con agilità e sveltezza.

  • Come reagisci alle critiche?

Le critiche feriscono tutti e all’inizio non è facile accettarle, soprattutto quando si è nuovi nel settore e non si conosce l’andamento. Dopo la prima pubblicazione cominci a farti le ossa e impari anche a riconoscere le critiche costruttive da quelle scritte solo per ledere e ferire, ti rendi conto che servono e che aiutano a migliorare la tua scrittura.

  • Quali sono gli elementi per scrivere un buon libro?

Domanda complessa. Ci vuole la passione per la scrittura, il bisogno primario di dover mettere nero su bianco un’idea, poi ci vuole una bella storia, sentimenti veri, personaggi divertenti e forse anche un tantino problematici, persino gente comune dove il lettore può rispecchiarsi più facilmente, una bella ambientazione che usciti curiosità, una sinossi ben scritta e una copertina che faccia gola al lettore.

  • Parlaci dei tuoi progetti futuri

Al momento sono un po’ indietro con la scrittura, ma nei prossimi mesi pubblicherò un racconto in un’antologia benefica, il seguito di Un’estate a Rimini per innamorarsi e un romanzo con Les Flaneurs Edizioni.

Precedente Lucy Dale Successivo per Amore o per Magia di Emme X

2 thoughts on “Antonella Maggio

  1. Emme X il said:

    Bella l’intervista. In bocca al lupo per il nuovo blog e tutti i vostri lavori, sia tuoi che di Antonella.

I commenti sono chiusi.